Nasce l’Associazione Diastasi Italia ODV

Gennaio 28, 2018 - by Team Diastasi Italia - in Associazione Diastasi Italia ODV

5 Comment

Il nostro percorso è stato fatto di tanti piccoli passi. Ognuno ha dato qualcosa, quel qualcosa è stato soprattutto la voglia e la forza di continuare a crescere e a raggiungere gli obiettivi… siamo partite da due mamme, due sole mamme che poi sono diventate 20, 200, 2000. Oggi queste mamme sono 13.800 in costante crescita e rappresentano una forza unica, una realtà viva e solida. Un altro obiettivo è stato raggiunto, un altro mattoncino messo sugli altri.

Le più attente di voi forse se ne sono già accorte guardando il nostro sito, perché in effetti dal 2 gennaio 2018 possiamo ufficialmente dire che siamo diventate un’Associazione. È nata la Diastasi Italia ODV.

Qui è possibile leggere il nostro statuto: https://www.diastasiaddominale.com/lo-statuto-dellassociazione-diastasi-italia-odv/

Commenta

Share this article

Team Diastasi Italia

One thought to “Diastasi Italia Fit&Food: mantenersi in forma anche con la diastasi”

  • Silvia

    8 Agosto 2020 at 13:31

    Buongiorno. Sono stata operata di diastasi addominale dal dott. Angelo Galli ( Ge) . Avevo già sentito altri chirurghi ma la paura aveva sempre preso il sopravvento. A distanza di 2 anni posso dire che l’ intervento mi ha cambiato la vita e sono felice di aver trovato un chirurgo così gentile, disponibile e professionale.
    Prima mi sentivo sempre a disagio sia per la sensazione di gonfiore, sia perché nessun vestito mi stava bene. Non passava giorno che non mi fosse chiesto se aspettavo il terzo figlio. Mi svegliavo ogni mattina con il mal di schiena. Avevo difficoltà nello sport e una tosse cronica da reflusso.
    Sono sempre stata sportiva e di basso peso quindi non era di certo la volontà di mangiar sano e fare esercizio a mancarmi.
    Ora la mia pancia è quella di 10 anni fa. La cicatrice resta sotto lo slip ma comunque non si vedrebbe perché è una sottilissima linea bianca.
    La diastasi è una patologia con conseguenze funzionali oltre che psicologiche e a mio parere deve essere trattata chirurgicamente.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×

Make an appointment and we’ll contact you.

* campi obbligatori