Prenditi cura del tuo corpo

Apr 10, 2018 - by Team Diastasi Italia - in Esercizi

No Comments

Allenare la parete addominale correttamente e in sicurezza è possibile

Diversi studi hanno dimostrato che l’esecuzione di esercizi addominali classici (spalle che si staccano dal pavimento con conseguente riduzione della distanza tra spalle e bacino) possono aumentare in maniera importante la pressione intraddominale e avere così conseguenze negative sull’organismo aumentando nella donna il rischio di discesa degli organi presenti nella cavità pelvica (prolasso), incontinenza,rilassamento del muscolo perineale e, anche nell’uomo, di ernie addominali e inguinali. La parete addominale ha però molte importanti funzioni (contenimento dei visceri, stabilizzazione lombare, facilitazione della defecazione, funzione estetica..) e per questo è fondamentale trovare una modalità corretta per allenarla senza che venga generato un incremento della pressione intraddominale, con tutte le implicazioni negative che esso induce.

Il tipo di lavoro adatto a persone che hanno problematiche legate alla parete addominale, siano esse distasi senza indicazione chirurgica, pre e post intervento, ernie inguinali o addominali, è costituito da esercizi di rinforzo in contrazione isometrica, ossia esercizi contro resistenza senza che avvenga una modificazione della lunghezza del ventre muscolare, e senza che si verifichi un incremento della pressione intraddominale durante la loro esecuzione. Questo tipo di allenamento, che prevede un reclutamento del retto dell’addome senza accorciamento dello stesso, consente di tonificare in maniera importante i muscoli obliqui così come il muscolo traverso dell’addome, principale responsabile di un corretto contenimento viscerale e quindi di un addome piatto con tutto ciò che di positivo ne consegue.

È possibile immaginare i muscoli che compongono la parete addominale come l’intimo femminile di tempi passati: il traverso rappresenta la pancera, gli obliqui la guêpière e il retto dell’addome le bretelle. Affinché si possa apprezzare un corpo maggiormente modellato sarà importante indossare questi indumenti nel giusto ordine, così come allenare questi distretti secondo il medesimo principio.

Una piccola riflessione: quando si vuole indossare un paio di pantaloni stretti, l’istinto è quello di allungarsi, di allontanare le spalle dal bacino e far rientrare il ventre, non di piegarsi in avanti. Ciò avvalora il concetto che il corretto modo di allenare la parete addominale, quello ci permette di ottenere i risultati sperati, è molto distante da esercizi che prevedono un avvicinamento delle spalle al bacino, come invece accade nei tradizionali crunch.

Valentina Vandelli
dottoressa in Scienze e Tecniche dell’Attività Motoria Preventiva e Adattata

 

Commenta

Share this article

Team Diastasi Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×

Make an appointment and we’ll contact you.


* campi obbligatori

Inline
Inline