Testimonianza di Mary

marzo 22, 2017 - by Team Diastasi Italia - in Testimonianze

1 Comment

Ciao! Sono Mary e abito in provincia di Torino.
La mia diastasi l’ho scoperta grazie ad una ragazza del gruppo, Adriana.
Per 13 anni, dalla nascita del mio secondogenito ho avuto una pancia “strana”, che non tornava a posto diciamo. Nessun medico, nemmeno la ginecologa privata che ha lavorato una vita in ospedale al Sant’Anna di Torino, ha saputo spiegarmi quella “pinna” che spuntava in mezzo alla pancia… anzi peggio ancora mi sono soltanto sentita dire che dovevo fare addominali e tutto tornava a posto. Ovviamente niente, non tornava a posto ma si gonfiava ancora di più…
Dopo qualche anno ho avuto altri due bambini, non mi rassegno a questa brutta pancia, sono giovane!! Mi butto a fare addominali, anche 200, macché…. un disastro… mal di schiena e pancia gonfia… sempre più gente mi chiede se aspetto il 5°!!
L’incontro di Adriana , su un gruppo di fitness dove prendevo le schede per fare esercizi a casa, mi apre finalmente la porta alle mie domande!! Ho la diastasi! 5.2 finalmente dopo 13 anni so che cos’ho… eco, visita dal chirurgo plastico… due anni di attesa… mi ricrolla il mondo addosso! La dottoressa Romeo mi vuole ascoltare, i sintomi, i disturbi. Si riduce a 8 mesi e mi manda a fare una visita dal gastroenterologo. Se vie e fuori qualcosa si accorciano ancora i tempi. Che dire… se solo avessi incontrato medici curiosi di sapere… forse non avrei dovuto convivere tanti anni con dolori e limiti. Tutte le donne devono sapere. E tutti i medici devono sapere dare queste risposte.

Commenta

Share this article

Team Diastasi Italia

6 thoughts to “La storia di Chiara F.”

  • Claudia Casetti

    14 aprile 2017 at 7:00

    Cara Chiara sono contenta che tu abbia risolto!potrei sapere dove opera il tuo chirurgo?io sono di Roma, e ho il tuo stesso problema. Vorrei tanto capire a chi mi posso affidare. Grazie!

    Rispondi
  • Liliana

    23 aprile 2017 at 18:37

    A distanza di 4 anni lapancia è aperta , quando ne parlo con mio marito ( che è medico ) minimizza , dicendo che l’operazione è molto più invasiva .. ma io mi sento diversa non sono più io ho un pallone nella parte superiore.. help help

    Rispondi
  • clo

    12 giugno 2017 at 19:05

    In tutto ciò, trovo assurdo che i medici e ginecologi non si occupino affatto della salute – anche psicologica – delle donne dopo il parto.
    Tutti a spiegarti cosa DEVI fare in gravidanza, COME devi partorire, e poi dopo…il buio. Nessuno ti dice niente, nessuno ti aiuta a capire se tutto è andato a posto, nessuno ti prende sul serio quando dici che “li sotto” c’è qualcosa che non va, nessuno che verifica se magari hai avuto un prolasso, o ti spiega cosa fare dopo il parto per rimetterti in forma (nel senso funzionale prima che estetico) e quali sono i possibili danni…

    E quando vai da un ginecologo, esprimendo una preoccupazione, ti dicono “ma è solo una questione estetica”, come se la tua vita da “donna” dopo il parto fosse finita e non avesse piu importanza.

    E’ la cosa che più ho detestato dopo il primo figlio, ed è quello che mi fa più paura ora che aspetto la seconda.

    Rispondi
    • Enrica – Team Diastasi

      14 giugno 2017 at 17:04

      Hai ragione Clo! La maggior parte di noi non aveva MAI sentito parlare di diastasi prima del parto e prima di vaer notato che ci fosse qualcosa di “strano”. Noi lottiamo ogni giorno perchè a questa patologia venga dato il giusto peso!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×

Make an appointment and we’ll contact you.


* campi obbligatori

Inline
Inline